Alla scoperta delle Marche

Alla scoperta delle Marche

postato in: Città e Itinerari | 0

Le Marche sono una Regione con un nome al plurale: ciò indica chiaramente le diverse identità che la compongono, ognuna capace di lasciare nel territorio segni così forti da essere tuttora leggibili nonostante le tante vicende della storia.

Le diversità sono distinguono anche nelle undici valli che l’attraversano e che annullano tempo e spazio. Nomi tutelari del paesaggio culturale delle Marche sono grandi personaggi che hanno interpretato lo spirito della terra dove sono nati e dove ancora si sente il loro influsso.

Si tratta degli imperatori del Medioevo Federico II e Gentile da Fabriano, i geni del Rinascimento, Raffaello e Bramante, i protagonisti della musica europea Gioacchino Rossini, Gaspare Spontini e Giambattista Pergolesi e il poeta Giacomo Leopardi.

Il viaggio è fatto di tappe obbligate e di percorsi individuali, che ciascuno può scegliere seguendo un’intuizione o un desiderio. Infatti il modello marchigiano è sinonimo di microeccellenza e si declina in tutte le versioni possibili.

Si va dai monumenti alle rievocazioni storiche, dai grandi eventi dello spettacolo alle bellezze naturalistico dei parchi e della campagna. Il volto delle Marche si manifesta tante proposte che si rimandano l’una all’altra.

Ad esempio il ricchissimo periodo del Rinascimento è riconoscibile nei monumenti straordinari del palazzo-città di Urbino o della piazza di Ascoli Piceno. Le città e i borghi storici sono a misura d’uomo, seguendo principi di semplicità e funzionalità.

Spicca su tutte per importanza storico-artistica Urbino, uno dei più intatti e suggestivi centri monumentali d’Italia. Sono di grande interesse anche i nuclei storici di Ascoli Piceno, Ancona, Pesaro e Macerata, ognuno con le proprie caratteristiche.

Altre cittadine dall’atmosfera suggestiva sono Fano, San Leo, Fabriano, Camerino, Jesi, Senigallia, Recanati (il luogo di nascita di Leopardi), San Severino Marche e Offida.

Anche il territorio delle Marche offre numerose bellezze naturali, tra cui luoghi spettacolari come il gruppo dei Sibillini, le gole del Furlo, della Rossa e di Frasassi e le Grotte di Frasassi.

Un ruolo particolare riveste Loreto, al tempo stesso un’oasi religiosa e un vero e proprio compendio d’arte. Inoltre vi sono innumerevoli borghi medievali che punteggiano le cime dei Colli e le dorsali, quasi tutti i cinti ancora di mura castellane, con stradine tortuose.

La parte montuosa delle Marche offre numerose possibilità di escursioni, in genere non difficili e spesso di notevole interesse. La zona di maggior importanza per l’escursionismo alpinistico è quella dei Monti Sibillini, importante gruppo montuoso ben attrezzato anche per lo sci. Altre montagne da ricordare sono i Monti Carpegna, il Simoncello il Sasso di Simone.

Infine in tutto il territorio marchigiano sono numerosi i castelli, le rocche e le torri situati nei centri storici o sulla costa. Sorti per dominio o difesa, testimoniano le complesse e spesso tormentate vicende storiche vissute dalla Regione.