La valle di Ledro fiore all’occhiello del turismo estivo Trentino

La valle di Ledro fiore all’occhiello del turismo estivo Trentino

Si è tenuta poche settimane fa l’assemblea del Consorzio Turistico della valle di Ledro, presso il comune di Pieve, ed i presenti erano figure di spicco nell’ambito del tessuto imprenditoriale della zona e rappresentanti dei principali comuni ed enti turistici.

La presidente, Maria Demadonna, ha esposto la sua relazione sui risultati ottenuti nel 2015 che vedono la valle di Ledro come decima località turistica più importante del Trentino che, con oltre 310mila accessi, ha superato gran parte delle altre località ben più blasonate.

Questo risultato è ancora più importante se consideriamo che il territorio della valle di Ledro è privo di località sciistiche e per questo motivo può contare esclusivamente sul turismo estivo e primaverile.

I dati prettamente numerici hanno sottolineato un +7% nel numero di accessi, ed un +4% nel numero di presenze che si ripartiscono in modo più o meno equivalente tra italiani e stranieri.

Dal dibattito, proseguito in modo piacevole e costruttivo per tutta la durata dell’evento, è emerso che il merito principale di questo risultato eccezionale è da attribuirsi alle numerose iniziative promosse dal Consorzio in vari ambiti, tra cui quello ambientale, sportivo, sociale e culturale.

Per concludere bisogna riconoscere anche l’inserimento del territorio nella lista del World Heritage come Riserva della Biosfera da parte dell’Unesco.

Ora che il territorio ledrese ha ricevuto anche un riconoscimento mondiale, insomma, non si può che sperare ragionevolmente in un futuro ancora più roseo e noi di italica150 ci sentiamo di annoverarlo tra le mete assolutamente da visitare in questa estate 2016 sempre più vicina.